Firmato il Decreto che salvaguarda altri 10130 esodati

In data 22 aprile 2013 i ministri uscenti, Fornero e Grilli, hanno firmato il decreto attuativo a salvaguardia dell’ultimo contingente di 10.130 ex lavoratori che potranno accedere al pensionamento con le vecchie regole previste dalla Legge 122/2011, la cosiddetta Legge Tremonti-Sacconi. Dal momento che molte persone appaiono disorientate dalla estrema farraginosità delle regole che regolano attualmente la materia, può risultare utile la sottostante tabella nella quale si trovano sintetizzate le tipologie di ex lavoratori coinvolti e i requisiti necessari per potervi accedere. Con l’occasione si rammenta che, anche a questa ultima graduatoria come per quella dei 55.000, possono accedervi tutti coloro che, pur in possesso dei dovuti requisiti, fossero stati estromessi dalle precedenti graduatorie per esaurimento delle disponibilità. Anche questa volta, il criterio ordinatorio è la data di cessazione dal lavoro; per gli autorizzati ai versamenti volontari, il discriminante è invece la data di cessazione dal lavoro precedente l’autorizzazione ai versamenti.

Il testo integrale del decreto attuativo è scaricabile a fondo articolo
[suffusion-multic]
[suffusion-column width=’2/3′]I posti disponibili:

  • Mobilità ordinaria o in deroga (lettera “a”) —— 2560
  • Contributori volontari autorizzati (lettera “b”) — 1590
  • Lavoratori cessati (lettera “c”) ———————- 5130
  • Prosecutori volontari in mobilità (lettera “d”) —– 850

[/suffusion-column]
[suffusion-column width=’1/3′]I fondi stanziati:

  • Anno 2013 —- 64 milioni
  • Anno 2014 — 134 milioni
  • Anno 2015 — 135 milioni
  • anno 2016 — 107 milioni
  • Anno 2017 —- 46 milioni
  • Anno 2018 —- 30 milioni
  • Anno 2019 —- 28 milioni
  • Anno 2020 —- 10 milioni

[/suffusion-column]
[/suffusion-multic]
tabella_decreto_10130

DOWNLOAD: Decreto 10.130 Esodati.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *