Liste salvaguardati: analisi dei disposti decretizi e degli aspetti attuativi

Pubblichiamo un interessantissimo lavoro di Salvatore Carpentieri sulle conseguenze attuative dei decreti pubblicati a salvaguardia delle due platee di 65mila e 55mila ex lavoratori.
L’analisi dei due decreti (DM 1° Giugno 2012 e DM 8 ottobre 2012) intende dare una risposta analitica al quesito se i criteri di selezione prefigurino o meno una netta separazione tra le due platee (65mila e 55mila). La questione, mai affrontata ufficialmente, non è di poco conto perché l’eventualità che parte dei primi “potenziali salvaguardati” possano godere di un legittimo diritto a fare eventualmente parte anche della successiva graduatoria, imporrebbe conseguentemente di tener in debito conto le eventuali eccedenze numeriche che, escluse dal primo decreto, potrebbero comunque vantare i requisiti richiesti per essere inseriti nella successiva selezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Liste salvaguardati: analisi dei disposti decretizi e degli aspetti attuativi”