GDPR - Informativa breve sui cookies

Questo sito utilizza unicamente cookies tecnici di prima parte. Tali cookies sono indispensabili al corretto funzionamento del sito e non possono essere bloccati. Una informativa estesa sui cookies utilizzati è disponibile nella  Cookie Policy  del sito


This site uses only first-party technical cookies. These cookies are essential for the proper functioning of the site and cannot be blocked. Extended information on the cookies used is available in the site's Cookie Policy

Assistenza integrativa Assilt, ancora tagli alle prestazioni. Partecipa al sondaggio

A fronte dell’ennesimo ridimensionamento delle prestazioni fornite a partire dal mese di Marzo 2014, il Blog “sono un esodato/pensionato iscritto all’Assilt” ha avviato un sondaggio tra gli iscritti all’Associazione sanitaria integrativa dei lavoratori del gruppo Telecom i cui esiti verranno utilizzati per sensibilizzare i delegati a prendere fattiva posizione nei confronti del continuo e massiccio ridimensionamento delle prestazioni, nonostante le quote di iscrizione restino immutate anche per quei lavoratori in mobilità rimasti privi di reddito a causa della scellerata riforma pensionistica del 2011, e nonostante l’inflazione reale spinga a continui e sostanziosi aumenti dei costi dei farmaci quanto delle prestazioni.

I nuovi tagli tariffari, decisi nel Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013 e in vigore a partire dal 1° febbraio 2014, oltre ad una pesante riduzione del 10% sui già ridotti principali contributi a fronte delle spese sostenute, infieriscono ancor più pesantemente sui massimali i quali, dopo quest’ultima riduzione, che oscilla tra il 33% e il 50% a seconda dei casi, sono ormai ridotti a valori del tutto dissociati dalla realtà.

Guardando ai valori di solidarietà e mutualità che hanno reso grande l’Assilt fa rabbia assistere a questo processo involutivo ma non bisogna arrendersi, girarsi dall’altra parte e non rinnovare l’iscrizione: bisogna far capire agli attuali vertici che siamo presenti, che ci chiamiamo SOCI (per Statuto ) e noi mobilitati/esodati/pensionati, avendovi contribuito per quarant’anni, possiamo anche definirci SOCI Fondatori. Abbiamo il diritto di essere coinvolti, ascoltati, di conoscere quali sono state le valutazioni che hanno portato il CdA a deliberare queste ultime delibere e di sentire quali sono i programmi e le strategie future per non ripetere simili esperienze che disorientano, preoccupano e allontanano. (Armando Curcurù)

Nel rammentare che l’associazione, per quanto concerne i lavoratori in attività, pensionati e mobilitati, è patrimonio da loro interamente sostenuto e che per questo non usufruisce di alcun contributo pubblico o aziendale, si invitano i pensionati, i mobilitati e gli esodati iscritti all’Associazione a contribuire all’iniziativa rispondendo al questionario proposto dal Blog  “sono un esodato/pensionato iscritto all’Assilt”

Condividi il post

Pubblicato

in

da

Tag:

l