Domanda di Pensione e Avvalimento

 

Eccomi con un “mattone” da leggere e digerire:

Ho tentato di capire come e perché si fanno le domande di avvalimento e di pensione all’INPS, in considerazione che lo sto facendo per me. Prima di tutto la domanda di pensione va fatta esclusivamente in via telematica (attraverso il sito INPS).

Si può farla anche da soli, ma bisogna farsi rilasciare un PIN e farselo abilitare come DISPOSITIVO.
MOOOOLTO MEGLIO FARSI FARE LA DOMANDA DA CHI NE MASTICA PIÙ DI NOI,
NON UN SEMPLICE CAAF, MA UN PATRONATO COME L’INCA-CGIL, ad esempio.

Ma, come abbiamo avuto modo di vedere, anche fra i patronati ci sono comportamenti difformi e, sicuramente, qualcuno è deficitario. All’INCA mi hanno dato queste risposte.

La domanda di avvalimento può essere presentata anche disgiuntamente dalla domanda di pensione. Serve per fissare un “diritto”, quello di aderire (avvalersi) ad una disposizione di legge a salvaguardia di particolari prescrizioni legislative. È meglio presentarla adesso, piuttosto che aspettare. La domanda può essere anche un semplice pezzo di carta in cui si dichiarano le proprie generalità e la propria formale richiesta di avvalersi delle disposizioni di legge, nella nostra fattispecie sono quelle indicate in uno dei miei precedenti messaggi. Può essere presentata allo sportello o, molto meglio, via telematica (sito INPS)

La domanda di pensione si fa prima che si raggiungano i vecchi requisiti (40 anni o sommatorie varie),
con un anticipo di circa 2-3 mesi. Contestualmente si può inserire, nel corpo della domanda elettronica,
fra le note, la richiesta di avvalimento.

Nel mio caso hanno aggiunto questa frase: “In mobilità dall’9/10/2009. Si chiede avvalimento del diritto con regole della legge 247/2007”. Tale legge è quella che era vigente nel momento in cui io ho sottoscritto l’accordo di mobilità nel 2009. Se avessi fatto la domanda di avvalimento su un normale foglio, esso sarebbe stato scanerizzato e trasmesso all’INPS, sempre attraverso la procedura WEB. Considerato che l’INPS risponde in tempi rapidi, per me ci sarà, a breve, la reiezione della domanda di pensione in quanto le norme in essere hanno modificato la mia finestra di “pensione”, ma in tale comunicazione vi sarà anche indicata la data nella quale sarà possibile per me far parte dei VIP (Vecchi In Pensione), indipendentemente dalla integrazione straordinaria del reddito (prosecuzione della mobilità volgarmente detta).

Notizie simili sono presenti anche nella circolare INPS n.90 del 24/06/2011, al punto 5 .

Confermo che l’integrazione straordinaria dovrà essere autorizzata con apposito decreto interministeriale Lavoro-Finanze, anche questo atteso a giorni.

Ho qualche perplessità nella forma nella quale è stata avanzata la mia domanda di avvalimento, in quanto la legge, citata nella nota che è stata inserita nella domanda, non è quella che è riportata nella circolare sopra indicata, ma si tratta della stessa cosa: si richiede che vengano applicate le regole ante legge 122, cioè a dire di usufruire della platea dei 10.000 salvaguardati. La successiva risposta INPS di Venezia (competente per territorio), come già detto, non potrà avvalorare la mia richiesta, ma conterrà la data nella quale potrò andare in pensione e, implicitamente, verrà certificato se faccio parte dei 10.000 (sicuramente no), dei 5.000 (esentati dall’integrazione della finestra di 1, 2 o 3 mesi a seconda dell’anno di maturazione dell’ex diritto – a partire dal 2012, cosa che non credo), o dei 65.000 (di cui alla lettera a del D.L. 214/2011 e dell’emanando decreto interministeriale con i criteri di applicazione, cioè a dire dei 25.590 in mobilità ordinaria).

ATTENZIONE: dovrà essere mia premura rifare TUTTA la trafila della domanda e del relativo avvalimento in prossimità della nuova data di pensione (cfr. la circolare INPS n. 90 citata, penultimo paragrafo del punto 5).

Spero di aver ulteriormente chiarito qualche dubbio.

Giuseppe Licinio Caon

DOWNLOAD: Circolare INPS n. 90 del 26-06-2011.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Ai sensi del GDPR 679/2016 la pubblicazione dei commenti è subordinata al consenso attivo alla raccolta dei dati personali richiesti, necessari a tenere traccia dei commenti stessi. Maggiori informazioni su come, dove e perché vengono memorizzati questi dati sono consultabili alla pagina della Informativa sulla Privacy Policy del sito .

*

  Acconsento a fornire i dati personali richiesti, che verranno trattati in conformità a quanto indicato nel documento della Privacy Policy del Sito

Per inviare un commento è necessario che i cookie del servizio "Invisible Recaptcha" siano abilitati.
Le impostazioni dei cookie possono essere modificate accedendo a questa pagina del Sito